mercoledì 10 dicembre 2014

LO SCIAMANESIMO


Nell'immaginario comune si tende ad associare lo sciamano ad una figura negativa legata ad oscuri rituali e alla magia nera. In realtà nella maggior parte delle culture, oggi come nell'antichità lo sciamano si serve delle forze positive della natura per creare attraverso ad esse una connessione dello spirito con altri livelli d'esistenza, così facendo non cerca affatto di manipolare, controllare o sfruttare gli individui, come ho letto in alcune righe di wikipedia, ma piuttosto promuove un atteggiamento di crescita, un evoluzione spirituale.

Oggi l'uomo moderno paga il prezzo del progresso sociale e tecnologico e lo paga con una definitiva separazione tra uomo e natura. E' sopratutto per questo che la figura dello sciamano è ormai definitivamente estinta nel materialistico mondo moderno. Tuttavia lo sciamanesimo sopravvive ancora oggi presso alcune tribù indigene isolate. Un esempio sono i nomadi siberiani e mongoli che conservano quest'arte al riparo dal progresso del mondo occidentale. Nei secoli la figura dello sciamano è stata sottoposta ad una esagerata mistificazione che ha demonizzato la sua figura e le sue pratiche rituali che in quanto legate ad energie intrinseche della natura non andavano molto d'accordo con i movimenti teologici di maggior successo.
Lo sciamanesimo spesso è legato a pratiche di guarigione anche se non attribuisce il suo potere a forze "sovrannaturali"; piuttosto si affida all'energia presente in ogni cosa, ogni cosa è un piccolo sistema energetico che è contenuto all'interno di un sistema energetico più grande. Tutti gli elementi della natura meritano il medesimo rispetto, in quanto ogni elemento ha un ruolo fondamentale all'interno nell'infinito sistema cosmico. Io non posso sapere con assoluta certezza se i benefici attribuiti a tali pratiche siano reali oppure innescati dalla suggestione, mi limito ad osservare la diffusione globale di questa figura e a guardarla con interesse perchè la sua estensione copre ogni luogo e ogni tempo. riconoscendo la reale possibilità che qualcosa di profondamente vero quanto sconosciuto ci possa essere per aver attraversato tutto il mondo antico fino ad arrivare ai giorni nostri. Forse oggi abbiamo troppe distrazioni davanti agli occhi per vedere e troppo rumore nelle orecchie per sentire il messaggio silenzioso della natura.

Consiglio la visione del film documentario "The horse boy, ippoterapia per mio figlio" che mostra il difficile viaggio reale di una famiglia decisa ad incontrare un saggio sciamano che vive con il misterioso popolo delle renne nel nord della mongolia, lo scopo del viaggio è quello di cercare un beneficio per il figlio affetto da autismo.
Il film è stato vincitore del Premio del Pubblico al SXSW, Selezionato al Sundance, IDFA, Toronto film Festival, HotDocs.